• Ente Nazionale Guide Equestri Ambientali GROUP
ISCRITTA AL M.I.U.R. ALLO SCHEDARIO DELL'ANAGRAFE NAZIONALE DELLE ricerche art.64, comma 1, DPR 11 Luglio 1980 n382 cod 60948max
Riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare come "ENTE DI PROTEZIONE AMBIENTALE
con dec/ras/1123/2005 del 29/09/2005 ai sensi dell'art. 13 della L. 8 Luglio 1986 n°349
Iscritta nel registro delle discipline Bionaturali regione Lombardia LEGGE REGIONALE 1 febbraio 2005, N. 2
  • Go to Home
  • 0383 378944 | 348 3109883
  • segreteria@sitogea.net
Logo

Articoli Engea

Interventi Assistiti con gli Animali in Puglia… Avanti tutta..!

Sta volgendo al termine il Corso di formazione in IAA (Interventi Assistiti con gli Animali), organizzato dalla Asl di Foggia e fortemente voluto dal Dott. Luigi Urbano, Responsabile Scientifico del Corso e Direttore del Dipartimento di Prevenzione della suddetta Asl, nonché Consigliere del Comitato Scientifico ENGEA, a conclusione del quale ha mostrato i risultati raggiunti dagli interventi effettuati nel corso degli anni, mediante l’ausilio degli animali, presso la Asl di Foggia, sulle persone affette da disagio psichico e fisico e su coloro che vivono condizioni di marginalità sociale.

“Questo Progetto”, ha sottolineato il Dott. Urbano, “è stato fortemente voluto e ha dimostrato anche agli scettici gli enormi risultati e progressi ottenuti con i bambini affetti da disabilità, determinando per la stessa struttura sanitaria una riduzione dei costi e minori prescrizioni farmacologiche”. Il Dott. Urbano ha ulteriormente aggiunto che i fattori determinanti per la buona riuscita degli interventi sono stati l’amore incondizionato, che i nostri amici animali sanno dare, e la capacità relazionale con gli utenti dell’intera equipe che ha operato.

Il Corso ha avuto inizio lo scorso anno ed è adeguato alle Linee Guida Nazionali sugli Interventi Assistiti con gli Animali, recepite dalla Regione Puglia con la delibera n.64 del 27/09/2016, nonché alla normativa europea.

Il Corso si è concluso con un Seminario, innovativo nel suo genere, sull’utilizzo degli Interventi Assistiti con gli Animali nelle situazioni di emergenza. Al Seminario hanno preso parte i rappresentanti della Protezione Civile Regionale e locale, in particolare il Dott. Antonio Augurio, Funzionario della Sezione Protezione Civile della Regione Puglia e il Presidente del Coordinamento del Volontariato della Provincia di Foggia, Matteo Perillo, i quali hanno ampiamente descritto la struttura e il funzionamento della Protezione Civile, nonché le modalità di attivazione e le attività svolte.

La parte tecnica specifica sugli interventi mediante l’ausilio degli animali da effettuarsi nelle situazioni di emergenza è stata ampiamente affrontata dal Dott. Michele Cusano, Presidente della Sipem Sos Puglia e dalla Dott.ssa Anna Palumbo, Segretario della Sipem Sos Puglia e della Sipem Sos Federazione, nonché membro del Comitato Scientifico dell’ENGEA.

La Sipem Sos Puglia, Società Italiana di Psicologia dell’Emergenza, operante sul territorio regionale e nazionale, con le sue specifiche sezioni, è una associazione iscritta al Registro delle Associazioni di Protezione Civile che interviene nelle situazioni di emergenza, fornendo supporto psicologico sia nelle fasi di emergenza che di post-emergenza alle popolazioni colpite e ai loro soccorritori. In particolare, è stata illustrata la normativa di riferimento per questa tipologia di intervento (Criteri di massima sugli interventi psicosociali da attuare nelle catastrofi, G.U. n.200 del 2006), l’inquadramento della stessa nell’ambito delle Linee Guida Nazionali sugli Interventi Assistiti con gli Animali, i destinatari degli interventi, vittime e soccorritori, e i loro vissuti, nonché le modalità di intervento da compiersi per le equipe che intendono operare in questo settore. Tale approccio è alquanto innovativo in quanto non esistono ad oggi in letteratura piani di intervento specifici. L’importanza di considerare anche alcuni fattori all’interno dei Piani di emergenza, quali la relazione che sussiste tra le vittime colpite e i loro animali, consente sia di far si che queste mettano in atto comportamenti adeguati e non a rischio per se e per gli altri in condizioni di emergenza, sia di ripristinare più facilmente il loro equilibrio emotivo, sia di prendere in considerazione quelle fasce più deboli della popolazione (anziani, bambini con disagio psico-fisico o persone che vivono in condizioni di marginalità sociale) che hanno con il proprio animale quel legame affettivo e supportivo, la cui scomparsa o morte potrebbe aggiungere ulteriori aggravanti alla condizione di emergenza in atto.

L’ENGEA, a seguito di accordi inziali con i suoi componenti operanti sul territorio locale nonché dei successivi tra il Presidente, Mauro Testarella, e il Referente Scientifico del Corso, Dott. Luigi Urbano, ha partecipato alla parte pratica del Corso organizzato dalla Asl relativamente agli Interventi Assistiti con il Cavallo.

I docenti, membri dell’ENGEA, già da qualche anno hanno iniziato a svolgere, prima ancora della stesura delle Linee Guida, attività assistite con gli animali a favore dei disabili. Il percorso ha avuto inizio con alcuni soci della ASD Sitizzo Equestre (suggestivo centro equestre del Gargano che, ad oggi, con la sua scuola di equitazione organizza trekking su tutto il promontorio circostante) che hanno proseguito svolgendo, oltre alla ordinaria attività equestre con i disabili, anche attività ed interventi specifici, supportandosi con la costituzione di una nuova associazione, CENTAURO ODV, che si occupa specificatamente di interventi assistiti con gli animali a favore dei disabili e di supporto alle attività di Protezione Civile a favore delle vittime colpite da situazioni emergenziali e dei loro soccorritori. Nel tempo è stata creata una rete di relazioni con varie strutture del territorio, in particolare con il CER di San Severo, coinvolto nelle attività sopra descritte, nonché con Equis eo (Foggia), bellissima cornice nella quale è stata svolta tutta la parte pratica dell’intero corso. Ci auguriamo che questa rete di relazioni si ampli sempre più, con il fine di promuovere l’attività e lo sport equestre non solo a favore della comunità locale ma anche di tutti coloro che vivono condizioni di disagio o marginalità sociale.

ODV CENTAURO