• Ente Nazionale Guide Equestri Ambientali GROUP
ISCRITTA AL M.I.U.R. ALLO SCHEDARIO DELL'ANAGRAFE NAZIONALE DELLE ricerche art.64, comma 1, DPR 11 Luglio 1980 n382 cod 60948max
Riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare come "ENTE DI PROTEZIONE AMBIENTALE
con dec/ras/1123/2005 del 29/09/2005 ai sensi dell'art. 13 della L. 8 Luglio 1986 n°349
Iscritta nel registro delle discipline Bionaturali regione Lombardia LEGGE REGIONALE 1 febbraio 2005, N. 2
Ente Nazionale Guide Equestri Ambientali GROUP

Articoli Engea

Azienda Agricola Bagnis…montagna, alpeggi, Merens e attacchi…

Demonte, provincia di Cuneo…una località circondata dalle montagne, dove le tradizioni sono ancora fortemente radicate nelle persone. E’ qui che sorge l’azienda agricola Bagnis. Fabrizio, il titolare, è anche Presidente dell’ Associazione del Cavallo Merens, una razza che ben si compenetra con le “sue” montagne…

 

  1. Il Merens: cosa rappresenta per te questo cavallo, com’è nata la passione per questi esemplari?

Questo cavallo rappresenta un po’ quello che siamo noi, “montanari”, legati alla tradizione. Il Merens arriva dai Pirenei francesi dove le persone sono molto simili a noi. Al centro del nostro mondo ci sono la montagna, la passione per i trekking in altura e per i cavalli in alpeggio, che ci tiene legati al nostro territorio. 

 

  1. Oltre ai cavalli…qual è il lavoro della tua azienda agricola, in un contesto di montagna? 

L’attività principale è l’allevamento delle pecore sambucane, di cui ho curato per anni il popolamento negli alpeggi. Al momento per me non è più per me un vero e proprio lavoro ma resta una grande passione. Le pecore sono state con me e saranno con me sempre, un po’ come i cavalli. Mi hanno regalato la prima quando avevo 6 anni, e da quel momento non me ne sono più allontanato…

 

  1. Il Settore Attacchi…qual è la tua esperienza, dal punto di vista formativo e di attività?

E’ iniziato un po’ per gioco. Avevo avuto un primo approccio circa quindici anni fa, con un amico. Dopodichè ho preso la patente B stradale, e da lì è partito il tutto. L’incontro con Fabrizio Bianchelli, responsabile del settore per Engea, sicuramente mi ha aperto un mondo. Attualmente mi sono appassionato agli attacchi multipli. Quest’anno abbiamo avuto l’onore di presenziare ad un evento alla Reggia di Venaria, con una carrozza originale dell’ ‘800, e già solo il contesto meritava. Pochi giorni fa, grazie alla richiesta del Gruppo Italiano Attacchi, ho poi partecipato al carosello di Fieracavalli, e anche qui l’atmosfera respirata è stata magica.

 

  1. Progetti professionali per il futuro? 

Sicuramente il principale progetto è quello di far crescere il mio allevamento di Merens…Proprio pochi giorni fa sono riuscito a far passare come stallone un cavallo che ho cresciuto e preparato io…Il mio obiettivo è far si che questo cavallo abbia sempre di più riconoscimenti a livello internazionale. Per quanto riguarda gli attacchi…mi piacerebbe molto arrivare a guidare un attacco ad otto…non è semplice, ma è una sfida che vorrei vincere…

 

Giorgia Ferrero – Docente e Formatore Resp. Piemonte